Design: Andrea Benedetto

Bea è un apparecchio a sospensione raffinato ed essenziale, compatto e tecnologicamente avanzato.
La lampada si compone di due elementi ben distinti: quello inferiore è un corpo in estruso di alluminio che accoglie il cuore tecnologico della lampada: ottiche dark light e driver integrati che ne consentono la dimmerazione e il tunable white.

La parte superiore, anche essa tunable white e dimmerabile, rappresenta l’elemento diffusivo della lampada: dal taglio scuro e in forte contrasto, si sprigiona la luce che ammorbidisce l’ambiente vestendolo di una luce soffice ed evitando spiacevoli contrasti di luminanza.

PROGETTO
Quella di Bea è una “semplicità pensata” alla quale si aggiunge una grande flessibilità di utilizzo. Un oggetto adatto ad ogni ambiente, dall’ufficio alla casa in cui è fondamentale il rapporto tra design
e tecnologia.

CONCEPT
L’unione di due opposti. La materia luminosa, da una parte, è l’essenza della presenza ed è una luce che emerge dal centro. Il corpo inferiore, in contrasto, costituisce l’assenza, l’oscuro; monolitico e compatto conserva il cuore tecnologico della lampada.

DESIGN
Una sospensione raffinata e compatta. Una B specchiata che trova nel suo riflesso una E di congiunzione con la A. Il risultato è Bea, due opposti che si attraggono per un oggetto che si inserisce nello spazio con discrezione.

Bea è un apparecchio a sospensione raffinato ed essenziale, compatto e tecnologicamente avanzato.
La lampada si compone di due elementi ben distinti: quello inferiore è un corpo in estruso di alluminio che accoglie il cuore tecnologico della lampada: ottiche dark light e driver integrati che ne consentono la dimmerazione e il tunable white.
La parte superiore, anche essa tunable white e dimmerabile, rappresenta l’elemento diffusivo della lampada: dal taglio scuro e in forte contrasto, si sprigiona la luce che ammorbidisce l’ambiente vestendolo di una luce soffice ed evitando spiacevoli contrasti di luminanza.